Home Ferramenta News SPOGA+GAFA 2017, L’EDIZIONE PIU’ INNOVATIVA DEL GARDENING
SPOGA+GAFA 2017, L’EDIZIONE PIU’ INNOVATIVA DEL GARDENING

SPOGA+GAFA 2017, L’EDIZIONE PIU’ INNOVATIVA DEL GARDENING

20
0

Dal 3 al 5 settembre 2017 il comprensorio fieristico di Colonia sarà tutto all’insegna del verde e con oltre 2.000 espositori previsti in arrivo da 59 paesi dove spoga+gafa 2017 presenterà ancora una volta tutto il mondo del gardening.

“La manifestazione spoga+gafa riunisce tutta la varietà degli articoli per il giardino con focus sugli attrezzi. Nel settore di mobili da giardino, griglia e decorazioni per esterni la rassegna propone l’offerta specifica più grande al mondo ed è una cosa veramente unica”, afferma Katharina C. Hamma, Chief Operating Officer di Koelnmesse GmbH. “Con una percentuale di espositori stranieri superiore all’80 % spoga+gafa 2017 raggiunge nuovi vertici, sottolineando il suo ruolo di fiera del gardening leader in campo internazionale”, prosegue Hamma. Nel 2017 la spoga+gafa fisserà dei nuovi termini di paragone come piattaforma delle tendenze: per la prima volta saranno proposti mondi emozionali incentrati su smart gardening, batterie e cucine da esterno, queste ultime ospitate nel padiglione 8. Grazie all’aggiunta di questo padiglione la spoga+gafa 2017 porta la superficie espositiva complessiva a 226.000 metri quadrati. Quest’anno anche il tema delle piante sarà ulteriormente potenziato grazie alle “isole POS a valore aggiunto“: queste installazioni visualizzano idee concrete per l’allestimento di aree di vendita per i due canali dei centri di giardinaggio e di bricolage. Nel 2017 replicherà anche il TAG DES GARTENS: l’esposizione del gardening aperta a tutti si svolgerà il 2 e il 3 settembre nel parco sul Reno.

Alessandra Fraschini Giornalista professionista specializzata nel canale ferramenta tradizionale e analisi della filiera lunga. Collabora con testate leader e con enti fiera internazionali. È autrice del volume "I protagonisti della ferramenta italiana. Il mondo grossista negli ultimi cent’anni".