Home Mercato Bonus pubblicità 2019: termina il 31 ottobre la finestra di accesso
Bonus pubblicità 2019: termina il 31 ottobre la finestra di accesso

Bonus pubblicità 2019: termina il 31 ottobre la finestra di accesso

173
0

Mancano solo pochi giorni alla chiusura della finestra per la presentazione della comunicazione per l’accesso al credito d’imposta pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, o da effettuare, in pubblicità nel 2019.

 

Dal 2018 è stato istituito un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, destinato a imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, che è stato confermato anche per l’anno 2019.

 

Per fruire del credito d’imposta per gli investimenti effettuati, o da effettuare, nell’anno 2019, la “comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, prevista dall’articolo 5, comma 1, del D.P.C.M. n. 90 del 2018, deve essere inviata dall’1 al 31 ottobre 2019 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Tale comunicazione è una sorta di prenotazione delle risorse, che include i dati degli investimenti già effettuati e/o da effettuare nell’anno agevolato.

 

In seguito, ovvero dall’1 al 31 gennaio 2020, deve essere presentata la “dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” nell’anno 2019. Tale dichiarazione è necessaria per confermare che gli investimenti indicati nella “comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, presentata precedentemente, sono stati effettivamente realizzati nell’anno agevolato e che gli stessi soddisfano i requisiti di cui all’articolo 3 del D.P.C.M. n. 90 del 2018.

 

Per accedere all’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati nell’anno precedente sugli stessi mezzi d’informazione. Sono pertanto esclusi i soggetti che abbiano iniziato l’attività nel corso dell’anno per il quale si richiede il beneficio.

 

Inoltre, a decorrere dal 2019, il credito di imposta è previsto nella misura unica del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati (viene meno l’innalzamento al 90% che era previsto dalla norma istitutiva, in sede di prima applicazione, per le piccole, medio e micro imprese, oltre che per le startup).

 

Il modello della “comunicazione per fruizione del credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali” e le relative istruzioni per la compilazione sono reperibili sui siti www.informazioneeditoria.gov.it e www.agenziaentrate.gov.it.