Home Ferramenta News IL CONSORZIO DIALFER TRA NUOVA VISION E NUOVE GENERAZIONI
IL CONSORZIO DIALFER TRA NUOVA VISION E NUOVE GENERAZIONI

IL CONSORZIO DIALFER TRA NUOVA VISION E NUOVE GENERAZIONI

72
0

Un consorzio in pieno rinnovamento, con la creazione di una nuova vision nel rispetto della propria identità professionale. Tra nuovi associati, la creazione del gruppo Dialfer Young e nuove iniziative di servizio, vediamo come sta cambiando il gruppo specializzato nel serramento…

 Dialfer è un Consorzio che riunisce alcune tra le migliori ferramenta specializzate nel servire gli utilizzatori professionali nel settore legno sul territorio nazionale, costituito con l’obiettivo di accomunare e valorizzare l’esperienza dei singoli soci e di condurre in comune ricerche sulle migliori e più moderne soluzioni di lavoro nel settore degli articoli tipici della ferramenta professionale. Dalla costituzione Dialfer è rimasto fedele a questo obiettivo, sostenendo attivamente gli obiettivi dei propri associati e lavorando assieme a loro per valorizzarne l’esperienza e rafforzarne la competitività commerciale. Oggi il consorzio sta vivendo una fase di grande rinnovamento di cui parliamo con il coordinatore Luca Andreoli e, nello sviluppo dell’articolo, anche con una ricca rappresentanza di associati.

 Come è strutturato il Consorzio Dialfer?

La struttura oggi è un consorzio con un consiglio di amministrazione composto da cinque soci che ad oggi sono Tiziano Soverini di Ferexpert presidente, Luca Palmieri vicepresidente, poi come amministratori abbiamo Carlo Galimberti, Giovanni Serraiocco e Vincenzo Angelini. Coordinato dal sottoscritto che ha la funzione di accogliere tutte le direttive proposte dall’assemblea, creare iniziative e seguire l’operatività del consorzio, previa autorizzazione del consiglio di amministrazione che svolge un ruolo decisionale molto importante e incisivo nel cercare di trovare soluzioni e proporre alternative per dare nuove opportunità ai soci. Il consorzio è caratterizzato da una grande trasparenza nella condivisione delle esperienze, caratteristica abbastanza diffusa nel settore professionale. Anche se è difficile conferire un valore reale a questo ascolto, molti degli associati utilizzano il consorzio per ricevere indicazioni di comportamenti efficaci sul mercato o sulla gestione degli assortimenti o verso certi fornitori, fattore a mio avviso fondamentale all’interno di ogni gruppo. Oggi in Dialfer sono presenti 18 soci per una copertura del mercato da Brunico a Catanzaro: abbiamo quindi uno specchio fedele di ciò che è la realtà di mercato italiana, con tutte le sue incredibili varietà dal punto di vista sia tecnico, sia logistico. Questo, a mio avviso, rappresenta un valore inestimabile. Oggi gestiamo un numero di clienti di circa 15mila unità, ma a mio giudizio è un dato per difetto.

(continua in Ferrutensil di maggio…)

Alessandra Fraschini Giornalista professionista specializzata nel canale ferramenta tradizionale e analisi della filiera lunga. Collabora con testate leader e con enti fiera internazionali. È autrice del volume "I protagonisti della ferramenta italiana. Il mondo grossista negli ultimi cent’anni".