Home Mercato Studi e ricerche Consumatori italiani disposti ad aspettare più a lungo per un ordine sostenibile
Consumatori italiani disposti ad aspettare più a lungo per un ordine sostenibile

Consumatori italiani disposti ad aspettare più a lungo per un ordine sostenibile

24
0

Secondo un’indagine di Sendcloud, la piattaforma di spedizioni ecommerce, solo un terzo degli italiani (29%) si sente in colpa per l’ambiente quando fa shopping online.

 

Da un’indagine di Sendcloud, la piattaforma di spedizioni ecommerce, emerge che solo un terzo degli italiani (29%) si sente in colpa per l’ambiente quando fa shopping online. Tuttavia, i dati mostrano anche che più della metà dei consumatori ritiene che la consegna dei pacchi rappresenti un problema per l’ambiente (55%). Secondo il 35% degli intervistati spetta però al rivenditore pagare per una spedizione sostenibile.

 

La consegna green sembra non essere ancora una priorità assoluta tra i compratori italiani ma parte dei consumatori è disposto a scendere a qualche compromesso. Attraverso le loro abitudini di acquisto, stanno infatti favorendo l’applicazione di sistemi di logistica sostenibile tra le aziende e incentivando il passaggio alla consegna sostenibile.

 

Secondo i dati condivisi da Sendcloud, per ridurre l’impatto ambientale dello shopping online il 77,2% degli italiani è disposto ad aspettare più a lungo per ricevere un pacco. Un altro 70% degli intervistati è invece favorevole a ritirare il proprio pacco in un punto di raccolta o in un locker come alternativa sostenibile alla consegna a domicilio. Il 73,5% degli italiani afferma inoltre di essere disposto a valutare altre soluzioni di consegna, oltre a quella a domicilio, a patto che i rivenditori condividano maggiori informazioni sulle emissioni delle proprie spedizioni.

 

Rispetto agli obiettivi stilati all’interno dell’Accordo di Parigi (2015) riguardanti la riduzione di emissione di gas serra, la consegna green è di fondamentale importanza per il processo di “decarbonizzazione” dei trasporti. Per perseguire gli interessi del pianeta, il 71,6% degli intervistati crede per questo che il governo debba obbligare le aziende a investire nella consegna sostenibile, mentre il 75,5% ritiene che i rivenditori che vogliono essere sostenibili debbano rendere le emissioni delle proprie opzioni di consegna più trasparenti.