Home Mercato Attualità Crisi energetica: le imprese del terziario fanno il punto
Crisi energetica: le imprese del terziario fanno il punto

Crisi energetica: le imprese del terziario fanno il punto

48
0

Conferenza dei rappresentanti di Confcommercio, ANCC-COOP, ANCD-Conad e Federdistribuzione, il 31 agosto a Roma nella sede della Confederazione a Piazza Belli.

 

Le imprese del terziario, ANCC-COOP, ANCD-Conad, Confcommercio, e Federdistribuzione, si ritroveranno mercoledì 31 agosto a Roma (conferenza stampa dalle 11) nella sede di Confcommercio per fare il punto. La crescita inarrestabile del costo dell’energia si sta abbattendo sulle imprese del terziario di mercato, dei servizi e della distribuzione moderna con aumenti delle bollette e dei costi di gestione non più sostenibili. Uno scenario che, in assenza di nuove e ulteriori misure di contrasto e sostegno, mette seriamente a rischio la prosecuzione dell’attività di tantissime imprese nei prossimi mesi come sottolineato proprio da Confcommercio in un recente appello a governo e forze politiche .

 

All’incontro interverranno: Lino Stoppani (Vice presidente vicario di Confcommercio), Marco Pedroni (Presidente di ANCC-COOP e Coop Italia), Francesco Pugliese (AD di Conad), Alberto Frausin (Presidente di Federdistribuzione), Donatella Prampolini (Presidente di Fida-Confcommercio).

 

La bolletta energetica degli alberghi italiani ha raggiunto il livello record di 3,8 miliardi di euro, con un costo medio di circa 120.000 euro per ciascuna struttura (94.000 per l’energia elettrica e 26.000 per il gas), che aumenta con progressione geometrica. In media, il conto del mese di luglio 2022 è risultato più che triplicato rispetto a luglio 2021. Significa che oltre il 18% del volume d’affari del settore viene assorbito dal pagamento delle forniture di energia elettrica e di gas.