Home Ferramenta Lab DEBUTTA IL TRATTORE DEL FUTURO: IBRIDO, ECONOMICO, ECOLOGICO
DEBUTTA IL TRATTORE DEL FUTURO: IBRIDO, ECONOMICO, ECOLOGICO

DEBUTTA IL TRATTORE DEL FUTURO: IBRIDO, ECONOMICO, ECOLOGICO

21
0

Tante le innovazioni agricole in arrivo nel mercato: dal trattore ibrido, all’irroratrice a basso impatto ambientale, al drone per la distribuzione selettiva di fitofarmaci, ai trattori “che dialogano” tra loro per migliorare l’efficienza delle attività. Ma vediamole nel dettaglio….

Secondo gli esperti sarà il trattore del futuro, alimentato a diesel e a elettricità permette di contenere i consumi di carburante e ha un basso impatto ambientale. Inoltre richiede poca manutenzione e garantisce una maggiore produttività rispetto ai mezzi  tradizionali. E’ il trattore ibrido, una delle principali innovazioni  presentate in questi giorni ultimi a EIMA, il salone delle macchine agricole di BolognaFiere.

Prodotto da Carraro Agritalia, debutta al salone pronto per essere collocato sul mercato internazionale, sempre più sensibile alle tecnologie che riducono i rischi per l’ambiente. Sulla scena della manifestazione si impongono, infatti, anche altre novità sulla scia delle innovazioni all’insegna della sostenibilità. Come il drone di Aermatica 3D, che consente la distribuzione dei fitofarmaci a rateo variabile in funzione delle esigenze del terreno e delle coltivazioni, evitando quindi inutili dispersioni anche in condizioni estreme, come su pendii particolarmente scoscesi. Tra i prodotti più innovativi anche l’irroratrice pneumatica con diffusore anti deriva, che riduce sensibilmente la quantità di fitofarmaci che non centrano il bersaglio, vale a dire la coltivazione, diminuendo quindi la possibilità di inquinamento. L’irroratrice, prodotta da Cima, ha vinto il premio Blu, rivolto alle innovazioni tecnologiche pensate per salvaguardare l’ambiente. La macchina cingolata messa a punto da MDB è invece una via di mezzo tra un trattore e un sollevatore telescopico. Permette all’agricoltore di fare le operazioni di sfalcio dell’erba e degli arbusti, anche sui terreni più ripidi, con una visibilità maggiore di quella che potrebbe avere con un altro cingolato tradizionale, grazie a un braccio falciante e a una trinciatrice anteriori che possono essere azionate contemporaneamente. 

Sono pensati per facilitare il lavoro agli agricoltori i due trattori (Landini e Same) dotati di un sistema di comunicazione che consente alla macchina di “dialogare” con i dispositivi di bordo, semplificando le varie fasi di lavorazione. In tutto sono 28 le macchine premiate a Eima International come novità tecnica e 45 sono i mezzi di nuova concezione premiati come segnalazione tecnica.

L’agricoltura del futuro è già qui…

Alessandra Fraschini Giornalista professionista specializzata nel canale ferramenta tradizionale e analisi della filiera lunga. Collabora con testate leader e con enti fiera internazionali. È autrice del volume "I protagonisti della ferramenta italiana. Il mondo grossista negli ultimi cent’anni".