Home Mercato Decreto Natale, i negozi ferramenta restano aperti. Parla Assofermet
Decreto Natale, i negozi ferramenta restano aperti. Parla Assofermet

Decreto Natale, i negozi ferramenta restano aperti. Parla Assofermet

259
0

Anche nel Decreto Natale i negozi al dettaglio ferramenta restano presidi indispensabili per la vendita di prodotti di prima necessità, come confermato nell’Allegato 23 dedicato al Commercio al dettaglio.

 

Assofermet Ferramenta ne parla in una lettera aperta al mercato ripercorrendo tutte le fasi di quest’anno complicato…

 

“Buongiorno a tutti,

sono Sabrina Canese, presidente di Assofermet Ferramenta, aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia.

 

Siamo ormai arrivati alla fine di quest’anno, indubbiamente molto difficile sotto diversi aspetti. In attesa che questa situazione di continua e snervante emergenza sanitaria si ridimensioni nuovamente, dandoci maggiore respiro e speranza per il prossimo anno anche a livello personale, Vi scrivo di mia iniziativa su un aspetto di non poco conto, noto solo in parte ai Titolari delle Aziende/Esercizi di cui sopra.

 

Come l’andamento di mercato ha dimostrato in questi mesi, le preoccupazioni che inizialmente tutti noi avevamo sulla tenuta economica del Settore Ferramenta e Fai da Te (DIY) e, in particolare, della Clientela a valle delle Imprese all’Ingrosso, rappresentata da numerose migliaia gli Esercizi/Negozi al Dettaglio (di qualunque dimensione/superficie essi siano), ora che siamo a fine d’anno, possiamo dire che sono state completamente fugate e allontanate dal nostro orizzonte grazie anche e, soprattutto, all’azione di Assofermet Ferramenta.

 

Mi spiego meglio. L’Associazione, come forse sapete è, infatti, a suo tempo intervenuta a livello politico per evitare la chiusura di questi Esercizi (o, per meglio dire, la Sospensione dell’Attività), facendo inserire nell’allora D.P.C.M 11 marzo 2020, in seno all’Allegato 1, il Commercio al Dettaglio di Ferramenta, Vernici, Vetro piano e Materiale Elettrico e Termoidraulico.

 

Questo intervento ha dato modo al Governo di “riscoprire” l’esistenza anche di questa storica tipologia di Esercizi commerciali, individuandoli come meritano, vale a dire in qualità di Esercizi di “prima necessità”, equiparandoli di fatto ad  altri, la cui attività rivolta al pubblico riveste sicuramente maggiore impatto e importanza rispetto ai nostri.

 

Si tratta di un riconoscimento molto importante e di grande valore anche sociale, che rimarrà a futura memoria nel Paese, sotto diversi profili.

 

Più recentemente, questa iniziale impostazione (ma concedetemi di affermare, senza ombra di dubbio, che trattasi di un vero e proprio riconoscimento a livello giuridico) ha trovato conferma nell’Allegato 23 prima del D.P.C.M. 3 novembre e poi del D.P.C.M. 3 dicembre scorso, grazie anche ad una mia rinnovata Lettera nuovamente indirizzata alla Presidenza del Consiglio e al MISE.

 

L’intervento diretto di Assofermet Ferramenta sul Governo e, di riflesso, anche di Confcommercio, ha pertanto consentito alla Filiera tutta di poter continuare a beneficiare di un notevole “respiro” rispetto ad altre (fortemente penalizzate e colpite dai ripetuti “lockdown” totali o parziali), mantenendo in vita un livello adeguato di redditività capace di assicurare sufficienti margini in termini di utili. Ciò ha consentito alle Aziende del Settore (ribadisco, dell’intera Filiera, tra cui anche Grossisti/Importatori e Produttori in primis) di chiudere l’anno in corso in qualche caso con un segno meno negativo di altri Settori o, addirittura, mediamente in crescita.

 

Questo risultato acquisito, che ora sembra scontato e quasi naturale, non è affatto da sottovalutare o da considerarsi così atteso come ora può sembrare a posteriori. Esso è frutto del lavoro costante e continuo di Assofermet, negli anni ed in questi mesi. L’Associazione non si è mai fermata, ha vigilato su ogni aspetto normativo, ha scritto lettere, ha fatto telefonate, ha attivato i suoi rapporti istituzionali per consentire al mercato di continuare a rimanere operativo e dinamico, rispondendo alle esigenze della collettività.

 

Un mio grazie sentito agli Organi Dirigenti dell’Associazione, ai membri di Comitato Tecnico Ferramenta ed alle istituzioni tutte.

 

Un sincero grazie anche agli Organi della Stampa specializzata, che ci hanno sempre seguito, comunicato la nostra posizione ed il nostro lavoro.

 

Un augurio, infine, che si trovi il prima possibile una soluzione a questa pandemia e la speranza che molti di Voi vogliano continuare con noi un percorso di crescita e di sviluppo del nostro mercato per i prossimi anni, capace di affrontare le nuove sfide che si presenteranno.

 

Con i più cordiali saluti e auguri di Buone Feste e Anno nuovo. Assofermet Ferramenta, il presidente Sabrina Canese”.