Home Mercato Gruppo Beta acquisisce l’80% di Helvi
Gruppo Beta acquisisce l’80% di Helvi

Gruppo Beta acquisisce l’80% di Helvi

627
0

La prima operazione dell’anno per il Gruppo che ha superato i 225 milioni di euro (nel 2022), nel 2023 compirà 100 anni e punta a raggiungere 300 milioni.

 

Il Gruppo Beta, attraverso Bm, ha acquisito l’80% del capitale sociale di Helvi, azienda produttrice di saldatrici industriali, macchine per il taglio al plasma, carica batterie professionali e accessori, fondata nel 1975 a Sandrigo in provincia di Vicenza.

 

La famiglia imprenditoriale di Helvi, la famiglia Segala,  manterrà quindi una quota dell’azienda.

 

Con un fatturato che nel 2022 ha superato i 225 milioni di euro, 10 stabilimenti produttivi, 1.000 collaboratori e sei aziende, Gruppo Beta nel 2023 compirà 100 anni.

 

Shopping che per il gruppo brianzolo sta diventando una consuetudine, e infatti questa è la sesta operazione di acquisizione in 6 anni: Helvi porta in dote un forte know how  nel comparto saldatrici industriali, 17 milioni di fatturato e 85 addetti.

 

L’obiettivo strategico è allargare l’offerta di prodotti e quando si tratta di categorie importanti, ad alto contenuto tecnologico, Beta preferisce controllare in modo diretto la produzione.

 

In questa operazione, il Gruppo Beta è stato assistito per tutti i profili legali dell’operazione da Arrigoni Legal Atelier, con un team coordinato da Bruno Arrigoni, founder e managing partner, e composto dal partner Mauro Arrigoni e dal salary partner Carolina Pasotti.

 

Nella foto:  Roberto Ciceri, presidente e amministratore delegato.