Home Dalle aziende Hilti, dall’argento all’Oro per la sostenibilità secondo EcoVadis
Hilti, dall’argento all’Oro per la sostenibilità secondo EcoVadis

Hilti, dall’argento all’Oro per la sostenibilità secondo EcoVadis

54
0

Il gruppo specializzato in tecnologie per l’edilizia entra così nel 5% delle società che hanno ricevuto questo punteggio.

 

Il Gruppo Hilti ha migliorato il proprio punteggio per la sostenibilità secondo l’agenzia internazionale EcoVadis, passando dal livello Argento all’Oro in un solo anno. Quattro gli ambiti analizzati: ambiente, manodopera e diritti umani, pratiche commerciali etiche e filiera di approvvigionamento sostenibile

 

Il gruppo specializzato in tecnologie per l’edilizia entra così nel 5% delle società che hanno ricevuto questo punteggio.

 

EcoVadis, agenzia internazionale specializzata in valutazioni della sostenibilità, ha assegnato il livello Oro al gruppo Hilti per il 2021, che migliora così di un livello la posizione rispetto all’anno precedente ed entra fra quel 5% delle 75.000 società valutate da EcoVadis ad aver ricevuto tale riconoscimento.

 

“Siamo lieti che i nostri intensi sforzi per una maggiore sostenibilità aziendale inizino già a dare frutto. Il punteggio Oro è la conferma della serietà con cui affrontiamo il tema”, ha commentato Christoph Loos, CEO del gruppo Hilti. “In ogni caso, non ci adageremo sugli allori, ma saremo piuttosto motivati a migliorarci ancora. Vogliamo diventare i leader del nostro settore industriale per quanto concerne la sostenibilità.”

 

EcoVadis assegna i punteggi sulla base di 21 criteri in quattro ambiti principali: ambiente, manodopera e diritti umani, pratiche commerciali etiche e filiera di approvvigionamento sostenibile. Il punteggio assegnato al gruppo per il 2021 è il riconoscimento dei progressi nel settore della filiera sostenibile e dell’applicazione di criteri di sostenibilità nella selezione dei fornitori. Il riconoscimento serve anche a premiare l’approccio sistematico e globale assunto nel settore della manodopera e del rispetto dei diritti umani e quindi la migliore trasparenza.

 

Nella primavera 2021 il gruppo Hilti aveva presentato una strategia di sostenibilità estesa, insieme alla pubblicazione del primo Rapporto sulla sostenibilità. Si tratta di una strategia basata su una visione complessiva della sostenibilità che copre tre ambiti d’azione: ambiente, persone e società. In essa il gruppo intende individuare nuovi obiettivi e rafforzare l’impegno per quelli esistenti, come il raggiungimento della neutralità dell’anidride carbonica nella propria catena di valore già nel 2023.

 

Il Gruppo Hilti fornisce prodotti, sistemi, software e servizi leader tecnologici alle industrie dei settori edile ed energetico a livello mondiale. Con circa 30.000 collaboratori in oltre 120 paesi, l’azienda è sinonimo di rapporti diretti con i clienti, qualità e innovazione. Nel 2020, Hilti ha generato un fatturato annuo di CHF 5,3 miliardi. Sin dalla sua fondazione nel 1941, il gruppo Hilti ha sede principale a Schaan, nel Liechtenstein. L’azienda privata è di proprietà del Martin Hilti Family Trust, che ne garantisce la continuità a lungo termine. La strategia del Gruppo Hilti si basa su una filosofia orientata all’attenzione e alle prestazioni, con l’obiettivo di avere clienti entusiasti e costruire un futuro migliore.