Home Mercato L’ingrosso al tempo di Internet. Quali strategie per vincere?
L’ingrosso al tempo di Internet. Quali strategie per vincere?

L’ingrosso al tempo di Internet. Quali strategie per vincere?

113
0

Aggiornamenti su nuove tendenze, funzioni e competenze del grossista e sulla digital transformation, i temi trattati al convegno di Confcommercio Ascom Bologna con la partecipazione di Assofermet Ferramenta

 

Gli aggiornamenti sulle nuove tendenze e sulle funzioni e competenze del grossista che devono evolvere e sulla digital trasformation sono stati i temi ampiamente trattati durante il convegno  “Strategia Ingrosso 2020 – Come cambia il ruolo dell’ingrosso nell’era di Internet” di Confcommercio Ascom Bologna il 18 febbraio scorso. 

 

“In una fase in cui il commercio è nel pieno della digital transformation che sta profondamente modificando tutte le filiere commerciali, le imprese dell’ingrosso devono essere messe in condizione di evolvere funzioni e competenze per sfruttare al meglio queste nuove opportunità” dichiara il Presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia Carlo Sangalli. 

 

Oltre duecento i partecipanti accolti nel Salone dei Carracci, sede di Confcommercio Ascom Bologna, tra i quali rappresentanti delle autorità e delle istituzioni cittadine, operatori del settore, dirigenti elettivi delle sedi regionali e nazionali di Confcommercio.

 

“Il commercio all’ingrosso – per usare una metafora calcistica – rappresenta il ‘centrocampista imprenditoriale’ tra la produzione e il commercio. Una funzione veramente strategica perché questo comparto è un punto di collegamento tra categorie e territori ed ha un impatto fortissimo sulla logistica. Bisogna dunque proseguire nella strada imboccata da Strategia Ingrosso 2020, rafforzando l’innovazione e il confronto tra gli operatori. Questo perché, in una fase in cui il commercio è nel pieno della digital transformation che sta profondamente modificando tutte le filiere commerciali, le imprese dell’ingrosso devono essere messe in condizione di evolvere funzioni e competenze per sfruttare al meglio queste nuove opportunità” dichiara il Presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia Carlo Sangalli.

 

“Salutiamo, con piacere, i numerosi colleghi ed operatori che hanno colto l’opportunità di approfondire, insieme, i temi proposti in questo incontro dedicato al settore dell’ingrosso. Nel nostro territorio questo comparto è sempre stato al centro dell’interesse cittadino dimostrando anche molta lungimiranza riguardo le strategie di sviluppo da adottare. Ricordiamo infatti che il Centergross, nato a Funo di Argelato – nelle immediate vicinanze di Bologna – in seno a Confcommercio alla fine degli anni ’60, è stata la risposta dei grossisti all’esigenza di risolvere delle problematiche logistiche in città. Non possiamo dimenticare un altro importante intervento realizzato da questo comparto commerciale qualche anno fa e che, grazie ai membri del CAAB, il Centro Agroalimentare di Bologna, ha dato un forte aiuto alla nascita e allo sviluppo di FICO, primo parco agroalimentare al mondo” continua nel suo intervento il Presidente Confcommercio Ascom Bologna Enrico Postacchini – E’ vero che imprese hanno già intrapreso il cammino delle digitalizzazione, ma spesso il dialogo con le piccole realtà è ancora più complicato perché non sono strutturate e avviare un cambiamento digitale è ancora più difficile in un momento in cui le aziende hanno poche armi”.

L’intervento della Presidente di Assofermet Ferramenta, Sabrina Canese, forte dell’esperienza maturata in questi anni di lavoro all’interno della nostra Associazione, ha messo in risalto “i progetti posti in essere dai “centrocampisti di Assofermet Ferramenta”, per migliorare e sostenere le sfide della Distribuzione che nei prossimi anni vedrà notevoli cambiamenti. Il lavoro e il confronto tra gli associati non è ancora sufficiente per poter ipotizzare uno scenario futuro del nostro settore di riferimento. Per tale motivo il convegno voluto da Confcommercio diventerà appuntamento ricorrente per monitorare e analizzare la Distribuzione Italiana. Assofermet Ferramenta sarà sicuramente ancora coinvolta in questo progetto come attore principale, anche grazie all’esperienza internazionale che l’associazione sta maturando con i rapporti con gli operatori europei associati ad EDRA (European DIY Retail Association).