Home Mercato Eventi e fiere MCE Mostra Convegno Expocomfort 2020, il nuovo layout
MCE Mostra Convegno Expocomfort 2020, il nuovo layout

MCE Mostra Convegno Expocomfort 2020, il nuovo layout

26
0

MCE, in concomitanza con BIE – Biomass Innovation Expo, dal 17 al 20 marzo 2020 in Fiera Milano, presenta un’edizione 2020 all’insegna dell’efficienza energetica, dell’internazionalità e del business.

E’ stata presentata a Milano il 26 novembre con una conferenza stampa la nuova edizione di MCE, in concomitanza con BIE – Biomass Innovation Expo.

MCE – Mostra Convegno Expocomfort, fiera biennale leader mondiale nell’impiantistica civile e industriale, nella climatizzazione e nelle energie rinnovabili che si svolgerà in concomitanza con BIE – Biomass Innovation Expo, riservata al mondo del riscaldamento a biomassa legnosa, dal 17 al 20 marzo 2020 in Fiera Milano, si presenta in grande spolvero: il 93% degli spazi espositivi già occupati, 1.800 aziende iscritte, ad oggi, con un +7% dall’estero (rispetto allo stesso periodo dell’edizione 2018) e un’ottima performance della Turchia, Paese Ospite dell’edizione 2020.

 

Il trend di crescita degli espositori esteri esalta il marcato respiro internazionale, che costituisce da sempre uno dei punti di forza di MCE – Mostra Convegno Expocomfort, e dallo scorso anno anche di BIE – Biomass Innovation Expo, in grado di richiamare oltre 160.000 operatori professionali, di cui oltre 41.000 dall’estero, quali piattaforme uniche per confrontarsi con il mercato, sviluppare nuovi contatti “one to one” e dunque creare opportunità di business. Eventi che si avvalgono di un articolato piano di attività di promozione, che spazia dal tradizionale Tour all’estero, quest’anno partito dalla Turchia e arrivato ai paesi Scandinavi, all’incoming di delegazioni da quei paesi esteri che offrono maggiori opportunità di sviluppo. A queste attività si vanno ad aggiungere le iniziative di comunicazione rivolte al mercato interno, grazie al prezioso supporto di tutte le Associazioni di settore, Enti ed Istituzioni e all’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione.

 

Una delle novità più importanti di MCE e BIE 2020 è il nuovo layout che ha rivisto l’intera disposizione dei padiglioni per costruire un percorso che permetta, ad espositori e visitatori, di comprendere al meglio l’evoluzione di un mercato, dove integrazione, innovazione, efficienza energetica e risparmio delle risorse passano, sempre di più, da una dimensione digitale, volta a migliorare il comfort e riuscire ad ottimizzare i consumi degli edifici residenziali, industriali e del terziario.

 

Una configurazione degli spazi espositivi che vedrà il mondo della climatizzazione, del condizionamento, della refrigerazione andare a occupare, oltre agli storici padiglioni 13/15 e 22/24, anche il padiglione 9/11, dove insieme a Thats’ Smart, l’area espositiva e workshop punto di incontro fra mondo elettrico e termico, sarà allestito il fulcro dell’innovazione del presente e del futuro; la tecnica sanitaria, il trattamento acqua, l’attrezzeria e utensileria si troveranno nuovamente nei padiglioni 14/18, mentre il settore della componentistica sarà collocato ai padiglioni 2/4, avvicinandosi ai tradizionali spazi dedicati al riscaldamento e ai servizi per la progettazione, nei padiglioni 1/3, 5/7 e 10, dove grazie alla preziosa integrazione con BIE – Biomass Innovation Expo sarà possibile avere una panoramica ancora più completa su prodotti e soluzioni per il riscaldamento e la produzione di energia da biomassa e combustione delle sostanze legnose, offrendo agli operatori professionali delle due filiere, l’opportunità di conoscere nuovi strumenti utili per il loro business.

 

BIE – Biomass Innovation Expo, grazie alla sua nuova collocazione, andrà, quindi, a completare il quadro dei prodotti e soluzioni legati alle energie rinnovabili, da sempre presenti a MCE, offrendo una panoramica su stufe, caminetti, caldaie a legna e pellet, termocamini, termostufe, accessori, bruciatori, canne fumarie, macchine e tecnologie fra le più innovative per uso domestico ma soprattutto riservate al mondo industriale dove innovazione ed efficienza e normative possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi del PNIEC 2030.

 

MCE e BIE 2020 metteranno in scena, ancora una volta, quanto di più innovativo è presente su un mercato, quello dell’efficienza energetica, al centro delle due manifestazioni che nel nostro Paese nel 2018 – secondo i dati della ricerca presentata oggi dall’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano – ha registrato un totale di investimenti pari a 7,1 mld di €, con un potenziale di mercato che al 2021 potrebbe arrivare, nello scenario più positivo, a 27,84 mld €.

 

Come sempre, fiore all’occhiello di MCE e BIE, sarà il ricco programma di convegni, workshop, eventi e iniziative già consolidate, come Percorso Efficienza & Innovazione, Labgrade, la Competition dedicata ai giovani talenti, gli eventi per la Settimana delle Energie Sostenibile, in collaborazione con il Comune di Milano, e quelle con il sostegno di tutte le Associazioni Partner delle manifestazioni, accanto ad alcune nuove attività, come il Super Esperto di MCE LAB, l’attività di comunicazione creata per la divulgazione delle informazioni al pubblico generico, che grazie alla nuova figura, ha lanciato una collana editoriale di Guide per avvicinare il cittadino a tecnologie e soluzioni in materia di efficienza energetica disponibili sul mercato, e aiutarlo nella scelta per avere uno stile di vita più sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

 

MCE Lab, l’osservatorio sul vivere sostenibile

MCE Lab, l’osservatorio sul vivere sostenibile, si rinnova nei contenuti e presenta il nuovo calendario di servizi su come migliorare il comfort abitativo. La piattaforma promossa da MCE -dedicata ai temi dell’innovazione, dell’efficienza energetica, della sostenibilità ambientale, delle energie rinnovabili, della climatizzazione e del design, offre nuovi servizi a cura del board di esperti, con consigli, tecnologie innovative, aggiornamenti sugli incentivi e su tutto quanto un cittadino responsabile e consapevole deve sapere per una casa realmente efficiente. Secondo una recente ricerca di Emg Acqua, solo un italiano su quattro conosce le fonti rinnovabili, il 20,2% dei possessori di un impianto fotovoltaico non sa di poter immettere in rete l’energia prodotta in surplus, per il 63,4% il fattore determinante per l’adozione di un impianto domestico è la chiarezza delle informazioni.

MCE Lab nasce come sezione del sito di MCE interamente dedicata alla divulgazione delle informazioni sullo sviluppo delle tecnologie e delle loro opportunità, e si avvale di un comitato scientifico costituito dalle più autorevoli realtà istituzionali del settore fra le quali il Politecnico di Milano e le associazioni del settore.

Il percorso editoriale di MCE Lab è già iniziato con la Guida pratica su come migliorare l’efficienza energetica negli edifici residenziali, pensata per dare indicazioni utili, pratiche, rigorose ma facilmente comprensibili, e con informazioni sulle figure professionali a cui rivolgersi per avere il supporto per poterle attuare a casa propria. Si svilupperà nei prossimi mesi con nuovi materiali.

Tutta la documentazione prodotta da MCE Lab sarà scaricabile gratuitamente dal sito.