Home Mercato Il mercato ferramenta, i suoi numeri e i suoi obiettivi nella visione post-covid
Il mercato ferramenta, i suoi numeri e i suoi obiettivi nella visione post-covid

Il mercato ferramenta, i suoi numeri e i suoi obiettivi nella visione post-covid

257
0

Dall’analisi Cerved, il comparto è caratterizzato da 34.258 codici Ateco ferramenta per circa 100.000 addetti, 16.000 ferramenta per un fatturato di 8,6 miliardi di euro nel 2019.

 

Nel Convegno Hardware Forum Assofermet Ferramenta – Ri-generazione ferramenta, il canale tradizionale tra resilienza e sviluppo – il primo evento in presenza dopo questo lungo periodo di pandemia, Sabrina Canese Presidente di Assofermet ferramenta, al suo secondo mandato, ha illustrato i numeri caratterizzanti del comparto ferramenta: i codici Ateco ritenuti essenziali, i fatturati, gli addetti e la crescita anche a doppia cifra del settore tradizionale nel 2020.

 

“Dopo questi anni che abbiamo attraversato, dopo questo periodo che stiamo vivendo, abbiamo imparato, forse, che nessuno si salva da solo e che siamo tutti interconnessi come uomini e come mercati.

 

E’ solo grazie al nostro lavoro, che si è svolto freneticamente senza sosta e senza orari, nei giorni del primo lockdown, che 34.258 Codici Ateco ferramenta siano stati ritenuti attività essenziale ed abbiano potuto continuare a lavorare fin da subito, scardinando quella idea diffusa che bene essenziale siano solo il cibo e le medicine, ma essenziale è tutto ciò che consente a quelle economie di lavorare, ed i nostri prodotti sono essenziali come la diffusione capillare delle ferramenta di prossimità, distribuite in tutto il, territorio italiano”.

 

Secondo l’Agenzia delle Entrate i codici Ateco Ferramenta sono 34.258 per circa 100.000 addetti. Cerved ha analizzato circa 16.000 ferramenta per un fatturato di 8.600.000.000, 00 di euro nel 2019.

 

Ed ecco alcuni dati del mercato grossista. I codici Ateco ingrosso sono oltre 4000, come emerge nel nostro riferimento di analisi che da sempre valuta dai 60 ai 70 grossisti, nello specifico 57 società di capitali che sono considerate rappresentative del mercato, con ebit medio del 5%. Mentre per il 2020, disponiamo oggi solo del dato di 32 aziende su 57, con un incremento medio del 11,47% (che equivale ad un +61 milioni e 647.000.000 di euro).

 

Ma interessante è anche il confronto tra il comparto Ferramenta e i dati del settore Elettrico ed Idraulico.

 

(Continua in Ferrutensil di ottobre….)