Home Dalle aziende Modula inaugura la nuova sede a Fiorano Modenese con Experience Center
Modula inaugura la nuova sede a Fiorano Modenese con Experience Center

Modula inaugura la nuova sede a Fiorano Modenese con Experience Center

969
0

Un building completamente nuovo, moderno e architettonicamente all’avanguardia che ospiterà una parte degli uffici e dei dipartimenti ora a Salvaterra di Casalgrande (RE).

 

Impianti fotovoltaici di ultima generazione, architettura sostenibile e impronta green sono state le linee guida durante tutta la progettazione e la costruzione dell’edificio fioranese, limitrofo al luogo dove Modula è nata quando ancora era una business unit di System Logistics.

 

I nuovi uffici ospiteranno al primo piano i reparti Risorse Umane, Finance, Administration, Legal, IT mentre al secondo saranno a disposizione spazi per il personale commerciale e il back office, la divisione Academy dedicata alla formazione interna e il marketing.

 

La parte produttiva, sita al piano terra, vedrà protagoniste alcune tecnologie di B-Tronic che verranno utilizzate per la creazione di macchine prototipo al servizio degli uffici R&D che saranno collocati appunto a piano terra del nuovo stabile accanto all’ufficio Sviluppo Software.

 

L’idea del nuovo stabile è proprio quella di creare un Experience Center in cui prenderanno vita nuovi progetti, nuovi prototipi e dove i clienti e gli ospiti potranno toccare con mano e vedere dal vivo i magazzini in funzione.

 

Da anni Modula vanta un reparto Ricerca e Sviluppo molto dinamico, anche grazie ai continui investimenti dedicati. Alla luce di questo sono state sempre coltivate collaborazioni con Università, centri di ricerca e partner tecnologici. Ancora di più oggi, nella nuova sede, queste partnership si rafforzeranno per rendere il centro di Fiorano Modenese una vera e propria fucina di innovazione nel campo dell’intralogistica e dell’automazione.

 

La sede di Salvaterra rimane comunque headquarter, sede legale e cuore produttivo. Qui si continueranno a produrre a ritmi di 73 macchine a settimana i magazzini automatici per quasi tutto il mondo, ad esclusione di Cina e Stati Uniti.

 

Nuove sedi, nuovi luoghi nuovi prospettive, ma un solo gruppo.