Home Mercato Eventi e fiere Myplant & Garden 2023: crescita, internazionalità e focus espositivi al centro
Myplant & Garden 2023: crescita, internazionalità e focus espositivi al centro

Myplant & Garden 2023: crescita, internazionalità e focus espositivi al centro

27
0

Dal 22 al 24 febbraio 2023 torna Myplant & Garden, appuntamento fieristico tra i più attesi dal mondo professionale internazionale dell’orto-florovivaismo, del garden e del paesaggio.

 

La più importante e completa manifestazione italiana dedicata all’universo del verde vegetale, progettato e costruito torna a febbraio con un nuovo, imperdibile appuntamento. Archiviati gli ottimi riscontri della sesta edizione e registrato un andamento molto positivo delle presenze per la VII edizione, il Salone internazionale del verde valuta il debutto di un nuovo comparto in mostra, preme sull’internazionalizzazione e approfondisce alcuni percorsi espositivi.

 

Internazionalità. L’attività congiunta svolta dalla segreteria organizzativa, dall’ICE, da agenzie specializzate, Camere di Commercio e da IEG (Italian Exhibition Group) – in cui la società organizzatrice ha scelto di entrare -, punta a consolidare la leadership italiana di Myplant e ad accelerarne il ritmo di crescita nello scenario internazionale. Il piano prevede l’incoming di buyer e contractor selezionati, importanti insegne distributive (catene Garden Center, GD, DIY, Home & Garden, e-commerce), centrali di acquisto, pubbliche amministrazioni, acquirenti HORECA e registra già le conferme di operatori dall’Europa centro- occidentale e centro-orientale, Eurasia, Asia centrale, Sud America e Maghreb.

 

Focus espositivi. Confermate le aree speciali, particolarmente ricche di eventi, attività e contenuti, all’interno dei padiglioni 20 e 12, mentre il Pad. 16 prevede come consuetudine una ricca offerta concentrata soprattutto sul settore dei fiori e delle piante in vaso, arricchita dalla presenza di servizi per mercati, imprese e professionisti, vasi e contenitori, e proposte dal comparto della tecnica in generale. Nel Pad. 20 sarà ulteriormente sviluppato il Verde Sportivo – che abbraccia verde vivo, infrastrutture, forniture, progettazione e approfondimenti normativi – area che ormai rappresenta il cuore delle relazioni istituzionali e commerciali di un comparto fondamentale per l’economia dell’intero Paese. Verde e arredo urbano e mobilità dolce, eco e smart – a beneficio di imprese, tecnici, PPAA e contract – verranno implementati in termini di offerta merceologica e presenza di visitatori (anche dall’estero).

 

Per la prima volta, Myplant, in collaborazione con Acer, ospiterà la cerimonia di consegna del Premio ‘La Città per il Verde’ 2022/2023 organizzato da Il Verde Editoriale. Il Premio è riservato a Comuni, enti pubblici, strutture private con finalità pubblica e associazioni di volontariato che si sono distinte in opere di realizzazione, valorizzazione, manutenzione e riqualificazione del verde.

 

Spazio poi ai focus sui materiali per l’edilizia per l’outdoor e alle iniziative dello Urban Green Management, la sezione riservata alla gestione e realizzazione del patrimonio verde e naturalistico su piccola e grande scala, pubblica e privata (agrotecnica, agronomia, fitopatologia, valorizzazione, programmazione, diagnostica, rilevazione, condivisione di commesse…).

 

I due percorsi espositivi del Pad. 12 – decorazione home, garden e fiori da un lato, verde, garden care e soluzioni per i punti vendita dall’altro – saranno potenziati e arricchiti da diverse iniziative. Si segnalano sin d’ora la nuova edizione di Garden Center New Trend – sempre innovativo per concept, allestimento, contenuti merceologici e tematici – che indagherà con forza il tema della ecosostenibilità e l’ampia area dedicata ai nuovi trend per il mondo del wedding, con installazioni, sfilate ed eventi speciali, in collaborazione con le rappresentanze ufficiali del Regno dei Paesi Bassi. Anche MyplanTech sarà oggetto di potenziamento: punto di connessione tra ricerca, innovazione e mercato, lo spazio sarà anche luogo di dibatti e riflessioni su best practice che guardano al futuro del comparto florovivaistico e valorizzano al massimo la ricerca di nuove tecnologie e processi produttivi sostenibili e green oriented.