Home Mercato Attualità Myplant & Garden scende in campo per una Milano sempre più green
Myplant & Garden scende in campo  per una Milano sempre più green

Myplant & Garden scende in campo per una Milano sempre più green

21
0

Myplant & Garden, il salone internazionale del verde in collaborazione con Assofloro, Parco Nord Milano e Rete Clima, partecipa alla realizzazione del sogno di una Milano sempre più green.

 

Il 25 ottobre, al Parco Nord, si è tenuta la posa della prima pianta forestale di Myplant: un passo simbolico per la nascita di un nuovo bosco in città, frutto di un’intensa attività di tree planting dalla prossima primavera, che prevede la messa a dimora dei primi 200 nuovi alberi. (nella foto, il primo albero piantato dagli organizzatori della manifestazione).

 

Nel dettaglio, Il Bosco di Myplant sarà localizzato nell’area del Velodromo del Parco Nord Milano. La sua realizzazione sarà resa possibile dal contributo delle imprese che parteciperanno alla prossima edizione di Myplant (Fiera Milano Rho, 26-28 febbraio 2020). Raggiunta la maturità, Il Bosco di Myplant assorbirà circa 50.000 kg CO2, pari alle emissioni generate annualmente da 7 cittadini italiani, a 315.000 km percorsi in automobile (pari a 7 giri della Terra), al ciclo di vita di 100.000 bottigliette d’acqua.

 

Questo intervento non è solo una sfida ambientale, ma un’idea diversa dell’abitare e del vivere affermano gli organizzatori di Myplant, la fiera leader del comparto verde in Italia -. I primi 200 alberi saranno messi a dimora nella primavera 2020 col contributo dei nostri espositori. Il progetto, anche nei suoi sviluppi futuri, coinvolgerà la filiera florovivaistica locale, con specie caratteristiche lombarde da vivai regionali”.

 

Aumentare la dote verde delle città non significa solamente sottrarre CO2 all’atmosfera ma anche, a titolo di esempio, ridurre lo smog, limitare l’impatto sanitario della crisi climatica, mitigare gli effetti delle ondate di calore e delle notti tropicali, governare meglio il flusso dell’acqua durante le piogge più violente. Sono vantaggi traducibili in denaro e benessere. Le foreste urbane sono un investimentonella salute dei cittadini, nel valore degli immobili, nei risparmi sanitari, nella resilienza urbana ai traumi atmosferici, nel risparmio energetico, nel drenaggio idraulico del territorio.

 

Piantare 3 milioni di nuovi alberi nella città metropolitana entro il 2030 è un obiettivo ambizioso se si considera che oggi sono circa 5,5 milioni quelli presenti su tutto il territorio – dichiara l’assessore al Verde e Urbanistica Pierfrancesco Maran -. Ambizioso, ma necessario, per l’ambiente e la qualità della vita dei cittadini. Per raggiungerlo è fondamentale il contributo di tutti, soggetti pubblici e privati. L’iniziativa promossa da Myplant & Garden è quindi molto importante, non solo perché contribuisce a questo grande progetto di forestazione urbana, ma anche perché coinvolge e sensibilizza direttamente le imprese che si occupano di florovivaismo”.

 

Il progetto, anche nei suoi sviluppi futuri, coinvolgerà la filiera florovivaistica locale, con specie caratteristiche lombarde da vivai regionali: formazioni boschive planiziali (“Querco-carpineto”), querce mesofile quali farnia (Quercus robur), cerro (Quercus cerris), rovere (Quercus petrae) accompagnate ad altre latifoglie tra cui aceri (Acer spp), carpini bianchi (Carpinus betulus), ciliegi selvatici (Prunus avium) ed elementi arbustivi a contorno.