Home Ferramenta Lab nasce eShopping Advisor: la sfida italiana dei piccoli e-retailer
nasce eShopping Advisor: la sfida italiana dei piccoli e-retailer

nasce eShopping Advisor: la sfida italiana dei piccoli e-retailer

46
0

È partita da una startup italiana, World Advisor srl, eShopping Advisor, l’ultima sfida ad Amazon e ai grandi marketplace online.

 

È partita da una startup italiana, World Advisor srl, l’ultima sfida ad Amazon e ai grandi marketplace online, con eShopping Advisor, una piattaforma di aggregazione di recensioni dedicata a dare visibilità e sostegno ai piccoli-medi e-commerce.

 

L’obiettivo è superare la diffidenza degli utenti verso i piccoli e medi e-commerce, convincendoli ad acquistare direttamente da loro, senza passare per Amazon. “Molti non lo sanno, ma in alcuni casi i piccoli e-commerce, che si appoggiano al colosso americano, devono lasciarvi quasi l’80% di marginalità del guadagno, senza alcun ritorno nemmeno in termini di visibilità”. spiega Andrea Carboni, CEO di eShoppingAdvisor

 

World Advisor, finanziata recentemente da Sardegna Ricerche, da semplice “TripAdvisor degli e-commerce” sta evolvendo in un portale in cui cercare e acquistare prodotti direttamente da 61.000 negozi online. “Vogliamo rendere il web un posto molto più sicuro per gli acquisti”, spiega  Andrea Carboni, CEO di eShoppingAdvisor, imprenditore cagliaritano che divide il suo impegno con il co-founder Andrea Ghiani. 

 

L’obiettivo è superare la diffidenza degli utenti verso i piccoli e medi e-commerce, convincendoli ad acquistare direttamente da loro, senza passare per Amazon. “Molti non lo sanno, ma in alcuni casi i piccoli e-commerce, che si appoggiano al colosso americano, devono lasciarvi quasi l’80% di marginalità del guadagno, senza alcun ritorno nemmeno in termini di visibilità”.

 

I punti di forza di eShoppingAdvisor sono le recensioni rilasciate dagli utenti che acquistano presso un e-commerce; alcune vengono semplicemente verificate dalla redazione, per filtrare eventuali pratiche commerciali scorrette, altre vengono anche certificate, richiedendo il caricamento di una prova di acquisto. Le recensioni negative scritte sulla piattaforma vengono moderate dall’e-commerce manager, che cerca di avviare una risoluzione con il cliente scontento: solo se il problema segnalato non viene risolto, la recensione negativa viene pubblicata.

 

Entro la fine del 2019 verranno attivati anche i progetti Esascore (che restituisce una media tra le varie recensioni presenti non solo sulla piattaforma, ma anche su altri siti, servizi online e social network) ed E-Commerce Sicuro, che affianca alle recensioni informazioni oggettive sull’affidabilità dell’e-commerce da cui si sta per acquistare.