Home Mercato Nasce Fai con me, il modello di ferramenta assistita
Nasce Fai con me, il modello di ferramenta assistita

Nasce Fai con me, il modello di ferramenta assistita

156
0

A Caltanissetta una ferramenta giunta alla terza generazione rinnova la sua identità commerciale creando Fai con Me, un modello originale di negozio di prossimità per la manutenzione domestica.

 

In Sicilia, Antonio Micciché, giovane titolare di ferramenta giunta alla terza generazione, rinnova la sua identità commerciale creando un modello originale di negozio di prossimità per la manutenzione domestica. L’attività della rivendita ferramenta siciliana nasce nel 1966 dall’iniziativa del nonno dell’attuale titolare che la gestisce insieme al figlio, che dipendete pubblico collabora parzialmente nel tempo libero. Nel 2009, Antonio Micciché a soli 19 anni subentra nell’attività con grande entusiasmo. Inizia un intenso periodo di formazione tecnica che dura circa due anni per approfondire il mondo di riferimento e core business dell’attività, ferramenta ed idraulica e tutte le merceologie tipiche del comparto professionale. Molta passione, ma i risultati restano mediocri, molto lontani dagli obiettivi prefissi ed evoluzione molto lenta, anche a causa del periodo, il post 2008, una fase di forte crisi economica.

 

Antonio non si rassegna e cerca nuove strade, iniziando un intenso periodo di formazione sulla gestione, business e marketing, dilettandosi ad approfondire temi economici e iniziando ad applicare quanto appreso nell’attività commerciale ferramenta.

 

Lo abbiamo intervistato per conoscere il modello di ferramenta assistita che ha creato. Ecco un estratto dell’intervista che sarà pubblicata integralmente in Ferrutensil di Marzo in uscita…

 

Come è inserito il vostro negozio nel territorio in cui operate?

Il negozio è una classica attività di prossimità, inserito fin dalla sua fondazione oltre 60 anni fa, in un’area cittadina in pieno centro storico nel cuore di Caltanissetta. L’unico trasferimento nel 1998 è stato di soli 50 metri per allargare l’attività, unendo area showroom con ceramiche ed arredo bagno, all’area vendita. La nostra mission è semplificare e migliorare la qualità di vita e lavoro dei cittadini della nostra città e del nostro territorio anche perché essendo una ferramenta di quartiere coinvolgiamo per lo più i clienti privati residenti (per il 70%), anche se abbiamo anche una clientela professionale di installatori e artigiani e collaboriamo con la Pubblica Amministrazione.

 

Come è organizzato il vostro punto vendita?

Il punto vendita è di circa 100 metri quadrati di cui solo 15 metri sono dedicati al retrobanco e alla cassa; questa è stata una scelta precisa, per poter disporre di un layout dedicato al self-service spinto da due semplici motivazioni: essendo solo in due assistenti alla vendita, il cliente ha la possibilità, nella breve attesa, di guardarsi intorno, passare il tempo visitando l’esposizione, scoprire articoli inattesi e magari decidersi per un acquisto di impulso. In negozio con me, c’è un giovane collaboratore con esperienza professionale e competenza tecnica nel settore idraulica. Questo aspetto, per il modello che io propongo di Ferramenta assistita, è indispensabile.

 

Ci spiega meglio il concetto di Ferramenta Assistita?

E’ un servizio che in realtà abbiamo sempre offerto: lo faceva mio nonno e lo faceva mio padre. Ferramenta assistita significa che il cliente se vuole effettuare un intervento di manutenzione o riparazione, (io faccio sempre l’esempio del’elettropompa) e non vuole chiamare un installatore per l’intervento si rivolge a noi che ci occupiamo di tutta la parte preliminare, fornendo ogni tipo di suggerimento e supporto. Gli montiamo i raccordi dell’entrata ed uscita dell’acqua, così da metterlo in condizione, una volta a casa, di collegare solo i due raccordi e poter concludere il lavoro. Se ha delle difficoltà, noi offriamo un post-vendita con assistenza telefonica o whatsApp a supporto, oppure siamo anche disponibili all’assistenza a domicilio.

Il cliente è così messo in condizione di effettuare autonomamente piccoli interventi di manutenzione o riparazione della sua abitazione. Ho creato anche un “Manuale del Fai con Me” dove ho inserito dei tutorial di piccoli lavori domestici e il cliente può essere aiutato a concludere il lavoro, step by step. Ho appena concluso la serie di manuali (perché sono più di uno) e saranno a breve scaricabili nel nostro sito web o dal nostro profilo FaceBook. Il nostro vuole essere un sistema integrato, dall’offline all’online, per comunicare il nostro valore differenziante nel mercato.

 

In cosa consiste il sistema Fai con me?

Rappresenta ciò che mi ha permesso di crescere in un settore particolare animato da forte concorrenza. Ho creato la mia identità, focalizzandomi su un problema particolare e su una nicchia di clienti. Fai con me rappresenta la ferramenta specializzata nella soluzione dei problemi di manutenzione della casa, un modello che nasce dopo approfondite analisi e la creazione di una strategia per un adeguato posizionamento nel mercato. Il Sistema FAI CON ME con le procedure di lavoro, le risorse mulimediali, il software, gli esclusivi strumenti operativi, è qualcosa di unico nel panorama della ferramenta locali in Italia, per la crescita e la gestione dell’attività.

 

Nella foto: a destra Antonio Micciché, titolare del negozio, con il giovane collaboratore della ferramenta Fai con me.

(continua…)

Alessandra Fraschini Giornalista professionista specializzata nel canale ferramenta tradizionale e analisi della filiera lunga. Collabora con testate leader e con enti fiera internazionali. È autrice del volume "I protagonisti della ferramenta italiana. Il mondo grossista negli ultimi cent’anni".