Home Dalle aziende Nasce Seletti painted by Pennelli Cinghiale, la passione per il riuso creativo
sel_cop
sel_1
sel_2
sel_3
sel_4
sel_5
sel_6

Nasce Seletti painted by Pennelli Cinghiale, la passione per il riuso creativo

53
0

La speciale collaborazione tra due storiche aziende italiane: l’estetica pop del brand di design Seletti contamina pennelli, rulli e barattoli di vernice dell’iconica marca Cinghiale.

 

Dall’incontro tra Seletti, design brand amato in tutto il mondo per il suo approccio originale e fuori dagli schemi, e Pennelli Cinghiale, azienda leader nella produzione di pennelli, parte dell’immaginario collettivo di milioni di italiani – lo spot del “grande pennello” ideato da Ignazio Colnaghi con il caratterista Vincenzo De Toma è un ricordo comune a molte generazioni –, nasce l’originale collaborazione Seletti painted by Pennelli Cinghiale.

 

Il risultato è una linea che si compone di pennello, rullo e barattoli di vernice Cinghiale re-immaginati attraverso lo stile pop e colorato di Seletti: un progetto orientato anche al riuso creativo in cui, per la prima volta, i contenitori in latta della vernice sono pensati per essere trasformati con fantasia in oggetti per la casa.

 

Una collaborazione tra “vicini di casa”

Il progetto Seletti painted by Pennelli Cinghiale vede protagoniste due aziende “vicine di casa”: è infatti nel cuore della bassa Padana, a Cicognara – frazione del comune di Viadana, in provincia di Mantova –, che Pennelli Cinghiale e Seletti hanno le proprie origini, la prima fondata nel 1945 dal Commendatore Alfredo Boldrini, che fin da bambino con il calesse vendeva scope e pennelli per l’Italia, la seconda nel 1964 da Romano Seletti, pioniere dell’import-export.

 

È sicuramente un’attitudine imprenditoriale, creativa e audace, rivolta al miglioramento, all’innovazione, alla scoperta, ad accomunare le due aziende: Pennelli Cinghiale si consolida negli anni come un’eccellenza del settore, grazie a una spiccata vocazione verso ricerca tecnologica, export e comunicazione pubblicitaria, mentre Romano Seletti è tra i primi italiani ad importare prodotti di uso quotidiano dalla Cina, intraprendendo rapporti commerciali con un mondo che negli anni Sessanta era lontano e sconosciuto.

 

Alla guida di entrambe le aziende oggi una nuova generazione: Stefano Seletti (a sinistra nella foto sotto), figlio di Romano, nel ruolo di direttore artistico è riuscito a trasformare il brand Seletti e ad entrare in modo rivoluzionario nel mondo del design, rimanendo saldamente legato all’identità aziendale; Eleonora Calavalle, nipote di Alfredo Boldrini, (a destra nella foto sotto) è impegnata come amministratore delegato di Pennelli Cinghiale nel preservare l’avventura della famiglia e dell’azienda, con una visione volta al futuro e all’innovazione.

 

 

“Seletti e Pennelli Cinghiale sono legate da una vicinanza, non solo fisica, ma che abbraccia in generale le nostre visioni”, afferma Stefano Seletti. “Ci accomuna un lavoro sugli oggetti del quotidiano, fatto sicuramente da una ricerca sul prodotto, ma anche da una componente di ironia, che credo sia un ingrediente fondamentale per arrivare alle persone. Questo progetto, al quale con Eleonora stiamo ragionando da tempo, è proprio frutto di questa profonda affinità che lega le nostre aziende”.

 

“L’idea vincente è nata osservando quanti oggetti nelle nostre case hanno la forma di una latta di pittura, e allora perché non dare una seconda chance alle nostre vernici che entrano nelle case degli italiani ogni giorno?”, racconta Eleonora Calavalle. “Il design Seletti era senza dubbio la scelta migliore per la brand identity di Cinghiale: pop, irriverente, innovativo. Stefano ha subito colto la sfida e ha fatto centro con la creazione di un design accattivante per questo progetto inedito”.

 

Pennello, rullo e barattoli di vernice

La linea di oggetti nata dalla collaborazione tra Pennelli Cinghiale e Seletti si compone di pennello, rullo e barattoli di vernice: grafiche pop e colorate ideate per la collezione contaminano così oggetti di uso comune per rendere il “fai da te” ancora più divertente.

 

I manici del pennello e rullo da parete si tingono così del più classico dei pattern Seletti black&white, mentre le latte di vernice sono disponibili in quattro diverse vivaci grafiche che le rendono adatte per essere creativamente riutilizzate in ogni ambiente della casa come tavolini, contenitori porta-oggetti, vasi per le piante, seguendo la propria fantasia.

 

Rispettosi dell’ambiente, i barattoli di vernice (da 14L) presentano esternamente un’etichetta removibile mentre internamente la vernice è contenuta in un sacchetto Eco-Rivest che, una volta rimosso, lascia la latta pulita, evitando la dispersione della vernice nell’ambiente.

 

Con il progetto Seletti painted by Pennelli Cinghiale l’eccellenza di Pennelli Cinghiale incontra per la prima volta l’eclettico immaginario Seletti, confermando quell’attitudine alla sperimentazione – condivisa tra le aziende – che negli anni le ha portate ad essere riconosciute e amate dal grande pubblico, per qualità, innovazione e creatività.

 

Gli oggetti di Seletti painted by Pennelli Cinghiale saranno disponibili da maggio presso gli store Leroy Merlin e Bricocenter.