Home Approfondimenti Old Story, new vision in ferramenta
Old Story, new vision in ferramenta

Old Story, new vision in ferramenta

113
0

Un negozio ferramenta toscano, giunto alla terza generazione, con ambizioni e innovativi progetti di sviluppo. E la prova che la “quota rosa” in ferramenta sta crescendo. Ne parliamo con Virginia Giuntini, Marketing & Communication Manager dell’azienda (nella foto con il padre Marco).

Nata nel primo dopoguerra, Giuntini srl è stata creata dall’iniziativa dei nonni Archimede (la sigla del logo “GA” sta infatti per Giuntini Archimede) e Giorgia Giuntini. “Il nonno si spostava in bicicletta per portare la ferramenta ai molti artigiani del legno presenti sul territorio – ricorda con commozione Virginia Giuntini – Dagli anni ’90, mio padre Marco assume la guida dell’azienda, rafforzando il settore della ferramenta professionale per il legno e sviluppando nuovi business e progetti”.
Negli anni 2000, il negozio viene rinnovato completamente. Nel nuovo layout espositivo un grande spazio showroom viene dedicato alle maniglie, soprattutto agli articoli di alta gamma e l’azienda diventa agenzia distributiva di alcuni importanti marchi leader negli infissi. Contemporaneamente, l’azienda si amplia sviluppando la distribuzione all’ingrosso di porte a magazzino, specializzandosi sulla pronta consegna e sulla lavorazione artigianale. “Anche mio fratello Matteo – sottolinea Virginia – ha svolto un ruolo importante nel settore delle porte, fondando un’agenzia di rappresentanza di porte e porte blindate, la MGR, che adesso ricopre tutto il centro Italia grazie all’attività di 13 agenti e con cui noi collaboriamo. E negli ultimi anni, al termine dei miei studi, entro anch’io in azienda dedicandomi allo sviluppo di comunicazione e marketing”.
A vostro giudizio qual è il ruolo di un punto vendita ferramenta come il vostro?
Siamo da sempre un punto di riferimento per gli artigiani del legno, rispondendo con la massima tempestività alle esigenze della nostra clientela, cercando di intercettare innovazione e il progresso tecnologico. Abbiamo quindi sempre mantenuto alto il livello della nostra offerta, con prodotti di qualità e professionali. I nostri dipendenti sono altamente specializzati e vengono apprezzati molto per questo. Infine manteniamo un rapporto diretto e improntato sulla fiducia con la nostra clientela.
Come è organizzato il vostro punto vendita?
Il punto vendita si sviluppa con un layout dedicato alle merceologie ferramenta di 400 metri quadri al piano terra, mentre lo showroom di maniglieria e gli uffici si trovano al primo piano. Il magazzino con tutta la nostra offerta di porte si sviluppa in 800 metri quadri. La Giuntini punta sull’efficienza: abbiamo 6 dipendenti molto preparati sulla ferramenta, ma ciascuno è specializzato su specifiche mansioni: Daniele è il punto di riferimento al banco ferramenta, Simone è addetto alle porte, Andrea e Fabio sono i nostri commerciali e Silvia si occupa di amministrazione. Inoltre collaboriamo con alcuni agenti esterni dell’agenzia di mio fratello Matteo. Infine io mi occupo di tutte le attività legate al marketing e alla comunicazione e, immancabile, mio padre che si occupa di seguire clienti e fornitori, ma non è raro trovarlo anche in magazzino.

Qual è l’andamento generale del settore in cui operate e e quali sono le tendenze in atto nel settore?
Dal nostro punto di osservazione, rileviamo la tendenza in atto di una lieve ripresa soprattutto nel settore della ristrutturazione, con un maggior incremento di domanda nel settore porte e porte blindate. Il settore ferramenta, invece, vive un po’ un momento di stallo, probabilmente dovuto anche all’incalzare della grande distribuzione che comunque ci preoccupa relativamente perché rafforziamo costantemente le nostre specializzazioni sia in termini di prodotto sia di servizio.
Qual è la mission e i valori aziendali di Giuntini? 
La nostra mission è offrire l’eccellenza della ferramenta per il legno, ponendosi come punto di riferimento per i professionisti del mobile e del serramento, attraverso la ricerca costante e intelligente di soluzioni e di nuovi spazi di movimento sul mercato per i nostri clienti. Il collante di tutto ciò è l’importanza del rapporto interpersonale basato sull’affidabilità e la fiducia. I nostri valori aziendali sono: la serietà, la professionalità, l’organizzazione e la tempestività.
Come è cambiata la vostra brand communication?
Entrata in azienda, mi sono dedicata innanzitutto alla brand communication. Provengo da studi in comunicazione e marketing è quindi era il mio campo. Ho avviato il restyling completo della nostra immagine, dal logo al merchandising fino al sito, che comprende un catalogo online di porte, e per il quale mi sono avvalsa della collaborazione della Digital Agency Lotrek di Pistoia. A breve sarà integrata anche la pagina ferramenta. Ho inoltre creato un brand dedicato al comparto porte, Doors & Craft, che sta riscuotendo un ottimo consenso nel mercato e per il quale sto progettando un sito web dedicato, da integrare con tutta una serie di progetti digitali ed offline.
Quanto conta per la vostra attività la presenza e l’identità web?
Oggigiorno la presenza sul web è imprescindibile. E’ efficace però soltanto se si costruisce un’immagine coerente con la propria identità aziendale. Il web è un mezzo di comunicazione basato sulla velocità e sulla raccolta immediata delle informazione, ci si gioca la propria immagine in pochi secondi e al massimo qualche minuto. Tutto deve essere studiato attentamente.
Siete molto presenti nei Social media, è importante per sviluppare il vostro business?
Ho inaugurato le nostre pagine social, Facebook, Twitter e Linkedin perché sono mezzi potentissimi in questi tempi; consentono di entrare in contatto con il proprio target più di quanto non si possa immaginare. Sto infatti sviluppando con la Digital Agency Lotrek un progetto volto a potenziare ed ottimizzare la nostra presenza. E’ sbagliato pensare che il “fai da te” in questo campo sia efficace, serve professionalità.

A quale clientela vi rivolgete? Vi considerate una ferramenta tradizionale o professionale? 
Siamo indubbiamente una ferramenta professionale specializzata, non trattiamo prodotti generalisti. Però quello che ci accomuna con la ferramenta tradizionale è la stretta vicinanza con la clientela, il rapporto informale e di fiducia.

Quali specifici servizi offrite alla vostra clientela? 
Abbiamo un servizio molto forte di pronta consegna e di personalizzazione artigianale su misura delle porte, basato sul magazzino rifornito e sulla maestranza dei falegnami che lavorano per noi: per questo è nato il brand Doors & Craft. Molti clienti sanno che si tratta di servizio unico ed irripetibile e ci scelgono anche per questo.

I vostri progetti futuri?
I nostri programmi sono soprattutto tesi a sviluppare la presenza online e più in generale il marketing. Ma non solo, intendiamo unificare il magazzino delle porte con quello della ferramenta in unica struttura per una migliore efficienza di spazi e risorse.

Alessandra Fraschini Giornalista professionista specializzata nel canale ferramenta tradizionale e analisi della filiera lunga. Collabora con testate leader e con enti fiera internazionali. È autrice del volume "I protagonisti della ferramenta italiana. Il mondo grossista negli ultimi cent’anni".