Home Mercato Ripartenze, la distribuzione ferramenta riprende gradualmente l’attività (in aggiornamento)
Ripartenze, la distribuzione ferramenta riprende gradualmente l’attività (in aggiornamento)

Ripartenze, la distribuzione ferramenta riprende gradualmente l’attività (in aggiornamento)

596
0

In tutta Italia, dal 6 aprile, diversi distributori del comparto hanno deciso di riprendere l’attività di gestione, evasione e consegna degli ordini, riprendendo gradualmente la normalità.

 

Abbiamo raggiunto dei protagonisti del comparto per raccogliere l’evoluzione delle attività nell’emergenza. Ecco gli ultimi aggiornamenti segnalati.

 

FRASCHETTI DISTRIBUZIONE

Dopo una breve sospensione per tutelare la sicurezza di collaboratori e clienti, lil distributore che ha recentemente celebrato 150 anni di storia, ha ripreso lunedì 6 aprile l’attività mentre la situazione del comparto nel Centro-Sud sembra si stia lentamente normalizzando. Pur non essendo in possesso di dati reali e verificati sullo stato di attività dei negozi, l’impressione è che gran parte delle rivendite (che nelle scorse settimane avevano deciso di sospendere l’attività), entro la settimana di Pasqua procederanno alla riapertura.

 

MACHIERALDO FERRAMENTA&CASALIGHI

Dopo 3 settimane di sospensione, lunedì 6 aprile, a seguito di comunicazione effettuata alle Prefetture competenti come previsto dal DPCM del 22 marzo 2020 art.1 comma 1 lettera d), Machieraldo ha ripreso l’attività in modalità ridotta sia presso la sede di Cavaglià sia presso l’unità locale di Genova. I collaboratori, ove è possibile, lavorano in modalità smart working e alcune attività, come assistenza tecnica, post vendita o confezionamento, sono temporaneamente sospese. L’azienda ha messo in pratica diverse misure atte a garantire un elevato grado di sicurezza sanitaria come previsto dal protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro siglato in data 14 marzo 2020. Inoltre le forniture potranno essere effettuate esclusivamente alle attività incluse nell’allegato 1 del DPCM del 11 marzo 2020 e nell’allegato 1 del DPCM del 22 marzo 2020 e successive modifiche. Per quanto concerne la situazione dei negozi di ferramenta in base alle statistiche del distributore risultano aperti mediamente il 40% con ovvie differenza tra provincie più o meno coinvolte dal contagio adottando in molti casi orari di apertura limitati.

 

CAPALDO

Il distributore campano ha ripreso l’attività di ingrosso come gestione, evasione e consegna degli ordini a ranghi ridotti attuando una ripartenza graduale soprattutto per salvaguardare la salute dei collaboratori garantendo il rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie previste per gli ambienti di lavoro. Per quanto riguarda il dettaglio (marchio Progress), è aperto un solo negozio su 3, con orario e personale ridotto. L’azienda stima che la propria clientela sia aperta nella quasi totalità (90% circa) anche se con orari particolari: chi solo la mattina, chi fino alle 16 e chi fino alle 18, in dipendenza dell’ubicazione.

 

FERRAMENTA SEVERI

L’azienda distributrice attiva nelle Marche, Toscana, Umbria e Lazio, è attualmente operativa anche se con personale ridotto, nel rispetto delle distanze sociali e delle disposizioni del DCPM in tema di salute. (aggiornamento 8 aprile)

 

FERRUNION

Il distributore veronese, associato al gruppo Ferritalia per la distribuzione di articoli per ferramenta, utensileria, giardinaggio e materiali edili nel canale della rivendita al dettaglio, dopo una sospensione di una settimana, lunedì 6 aprile ha ripreso l’attività, seppur a ranghi ridotti nel rispetto delle norme sanitarie obbligatorie. Presso la clientela servita, la situazione è in rapida e continua evoluzione: al momento le rivendite edili risulterebbero chiuse al 90% e le ferramenta invece aperte all’80%, anche se con orari di ridotti. (aggiornamento 8 aprile)

 

PEDONE

L’azienda distributrice pugliese, attiva nelle vendita all’ingrosso e al dettaglio con particolare attenzione al settore artigianale ed industriale, conferma la continuazione dell’attività riducendo al minimo l’orario di apertura per soddisfare le reali esigenze di lavoro nel rispetto delle disposizioni del DCPM in tema di salute e a tutela dei propri collaboratori e della clientela. (aggiornamento 8 aprile)

 

FRANZINI ANNIBALE

L’azienda distributrice emiliana, associata al gruppo Ferritalia, ha deciso considerata la gravità della situazione di seguire le disposizioni ministeriali di lock down prolungando la sospensione dell’attività fino al 10 Aprile, dando priorità all’emergenza sanitaria. (aggiornamento 8 aprile)

 

MALFATTI & TACCHINI

Tre settimane di stop per il distributore milanese che lunedì 6 aprile ha riaperto i battenti. L’operatività è fortemente ridotta nel rispetto di tutte le misure di prevenzione e contenimento previste dalla legge. Priorità agli ordini legati al settore sanitario al fine di poter garantire il massimo supporto alla comunità. L’approvvigionamento risulta ormai da tempo una delle criticità più evidenti: forti ritardi nelle consegne, referenze come dpi e igienizzanti quasi introvabili e magazzino in fase di esaurimento. La difficoltà nel reperimento delle forniture incide in maniera irreversibile sulla distribuzione ferramenta, la cui tenuta risulta fortemente compromessa. (aggiornamento 9 aprile)

 

VIGLIETTA GUIDO

Anche il grossista del cuneese ha ripreso l’attività lunedì 6 aprile, dopo una sospensione di tre settimane. La riapertura è stata dettata dalla necessità di continuare ad alimentare la filiera distributiva della rivendita al dettaglio ferramenta, servizio essenziale che altrimenti non potrebbe proseguire con l’attività. Anche qui gli approvvigionamenti sono critici, di fatto si spera in uno sblocco nelle prossime settimane al fine di non pregiudicare l’intera filiera. (aggiornamento 9 aprile)

 

VIRIDEX

Il distributore di Cisterna di Latina riconferma il proseguimento dell’attività nel rispetto di tutte le disposizioni sanitarie emanate da decreto. L’orario è ridotto e il personale è calmierato. Sul territorio romano non si assiste al momento a una difficoltà di rifornimento su referenze di tipo ordinario che, anche se con tempi di attesa maggiori, vengono consegnate. Al contrario dpi e igienizzanti sono pressoché introvabili. Record di vendite per prodotti a uso domestico, critico invece il comparto legato allo stagionale che è rimarrà invenduto. (aggiornamento 9 aprile)

 

MASTER FORNITURE

Rimaniamo sempre nel Lazio, dove l’azienda romana prosegue l’attività in maniera ridotta con la forza lavoro che equivale al 20-30% dell’organico e alcuni uffici in smart working. Serie criticità nell’approvvigionamento dei prodotti legati all’emergenza: il grossista, che rifornisce enti pubblici, riferisce di una sfida ormai quotidiana nella reperibilità dei dpi, che in queste cifre non soddisfanno la totalità delle richieste. (aggiornamento 9 aprile)

 

FERGROS

L’azienda di Grugliasco ha sempre garantito operatività sul territorio: la gestione degli ordini avviene online o al telefono ed è assicurato il servizio di consegna. L’approvvigionamento risulta critico in conseguenza alla chiusura di molte aziende fornitrici. (aggiornamento 9 aprile)

 

LOMBARDA

Il distributore all’ingrosso della bergamasca ha proseguito l’attività in ottemperanza alle misure del dpcm. Anche qui orario e personale ridotto: solo il 50% della forza lavoro è operativa e si lavora su turni. La filiera però viaggia a rilento, solo il 20% dei fornitori consegna. (aggiornamento 9 aprile)

 

Nessuna novità di rilievo per i distributori del Gruppo Axel, gruppo Ferca, Canese Dante, Ferramenta Cobianchi che hanno proseguito l’attività seppur in modalità ridotta e secondo gli obblighi previsti dal decreto del 22 marzo e nel rispetto della sicurezza di dipendenti e collaboratori.