Home Ferramenta Lab Sos Casa, la tua ferramenta di fiducia, cambia volto e punta alla crescita
Sos Casa, la tua ferramenta di fiducia, cambia volto e punta alla crescita

Sos Casa, la tua ferramenta di fiducia, cambia volto e punta alla crescita

213
0

L’app che trasforma la rivendita ferramenta da centro commerciale a centro servizi. Con l’entrata di Malfatti & Tacchini, inizia una nuova fase di sviluppo e di aggregazione…


SOS CASA La tua ferramenta di fiducia è l’app sviluppata da Tommaso Gabbani della storica ferramenta di Pontedera (Pisa) per offrire soluzioni smart alle esigenze e alle manutenzioni quotidiane in casa. Scaricabile su tutti i cellulari, mette in contatto gli utenti iscritti con gli artigiani della zona per richieste di preventivo o di intervento. Questi artigiani saranno garantiti e scelti dalla ferramenta di zona sia dal punto professionale sia economico. Una rivoluzione copernicana nel dettaglio ferramenta trasformandola da centro commerciale a centro servizi, facendo leva sulla nuova tecnologia unita al rapporto di fiducia della ferramenta tradizionale.

 

Oggi la piattaforma – Sos Casa – cambia volto, rinnovandosi e coinvolgendo nuovi attori protagonisti nella distribuzione ferramenta, come Malfatti & Tacchini, che ha visto grandi prospettive nel progetto.

 

Cosa cambia?
L’ho abbiamo chiesto all’anima del progetto, Tommaso Gabbani, socio proprietario di una storica ferramenta in provincia di Pisa che, insieme a sua moglie Ilaria Puccini, ha investito in questo interessante progetto.

 

Come Gabbani stesso afferma: “Oramai è evidente come il mercato online stia prendendo sempre più forza e che occorre trovare nuove soluzioni per rinnovare la clientela, motivandola e offrendo servizi nuovi (che l’online a mio giudizio non può dare). Sos Casa, la tua ferramenta di fiducia, è un’app gratuita, sia per le ferramenta (che si possono iscrivere direttamente dal cellulare) sia per qualsiasi attività commerciale affine che aspira ad essere una risposta concreta a questa esigenza. Tutti sappiamo quanto sia difficile gestire la manutenzione di una casa e trovare il professionista giusto per eseguire gli interventi in maniera veloce e senza spendere troppo e Sos Casa, la tua ferramenta di fiducia, è la piattaforma completa che offre le soluzioni per affrontare tutte queste situazioni: mette in contatto gli utenti iscritti con gli artigiani della zona che risponderanno alle richieste di preventivo o intervento. Quest’ultimi saranno garantiti e scelti dalla ferramenta, sia dal punto di vista professionale che economico. Non sarà una rivoluzione, ma una graduale evoluzione che porterà la ferramenta a diventare, oltre un forte centro commerciale, anche un centro di servizi e genererà un aumento del fatturato per le ferramenta e un successo professionale per gli attori coinvolti”.

 

E Gabbani continua sottolineando come – “Siamo nel 2022 era post tecnologica e se si vuole vincere la battaglia commerciale (contro la distribuzione online o le grandi insegne gds) occorre riscoprire i valori del negozio ferramenta non solo rivendita, ma come hub di servizi professionali, dove le persone non trovano solo gli oggetti ma la soluzione ai loro problemi. Oggi le categorie di artigiani sono 23 e nel tempo cresceranno. Ogni artigiano che si iscriverà potrà farlo su più categorie e, attraverso un sistema di geo localizzazione, potrà confermare il suo raggio d’azione entro il quale ricevere le richieste di preventivo e intervento, e allo stesso tempo, restare informato sull’area di operatività dei colleghi.

 

Ciò che distingue l’app Sos Casa delle altre piattaforme virtuali è il ruolo fiduciario della ferramenta come punto di riferimento del cliente: i clienti affiliati alla ferramenta si sentiranno protetti dalla professionalità della ferramenta e dalla sua presenza fisica nel territorio.

 

Allo stesso tempo gli artigiani (coinvolti nell’app) entreranno in una comunità ristretta dell’urbi, dove poter intrecciare relazioni di lavoro con altri artigiani professionali oltre che con i clienti, e questo li obbliga ad avere un corretto rapporto professionale”.