Home Mercato Sostenibilità: acquisti “green” e criteri Cam
Sostenibilità: acquisti “green” e criteri Cam

Sostenibilità: acquisti “green” e criteri Cam

37
0

Quali opportunità e strumenti per le aziende del mondo dell’arredamento? Non basta voler essere “green”, è indispensabile agire per perseguire questo obiettivo adottando sistemi e procedure prestabiliti.

Il “Codice appalti” che regola gli acquisti delle pubbliche amministrazioni parla chiaro: la sostenibilità è un valore da perseguire in ogni occasione e anche le commesse affidate ai vari fornitori devono essere “green”, ovvero rispondere agli ormai famosi “Cam”. Stiamo parlando dei “criteri ambientali minimi” che stabiliscono – in estrema sintesi – la soglia sotto la quale un prodotto è “nemico” dell’ambiente e della sostenibilità, in quanto realizzato con materiali e modalità che hanno un impatto energetico elevato o una scarsa eco-compatibilità.

 

Una attenzione sempre più generalizzata e che rappresenta una ulteriore opportunità per i produttori d’arredo che sappiano stabilire una prassi quotidiana e virtuosa nelle loro produzioni avviando un processo sistematico e strutturato che permetta loro di aprire le porte delle commesse pubbliche. Indispensabile, ovviamente, una scrupolosa analisi dell’intero ciclo di vita di ogni prodotto e l’attento campionamento di ogni singolo componente, che dovrà essere sottoposto a verifica e controllo costante.

 

Non basta voler essere “green”, ma è indispensabile agire per perseguire questo obiettivo adottando sistemi e procedure prestabiliti. Di tutto questo e di molto altro parleranno gli esperti di Catas Manifaktura, con la prestigiosa partecipazione del Ministero dell’ambiente. Una presenza tanto più importante in quanto ci si avvicina agli oramai prossimi, nuovi aggiornamenti normativi, in corso di definizione.

 

L’appuntamento è per giovedì 23 luglio: il webinar gratuito sarà presentato da Franco Bulian, vicedirettore Catas. Prenderanno poi la parola Sergio Saporetti, Ministero dell’ambiente e tutela del territorio e del mare (“Il piano nazionale Gpp e il Codice appalti”); Alessandra Cecchini di Manifaktura (“Cam Arredi: istruzioni per l’uso. Obblighi e linee guida di applicazione in azienda”) e Marco Righini di Catas (“Valutazione di conformità ai Cam per il settore legno-arredo”). In chiusura riprenderà la parola Sergio Saporetti (“Cam Arredi: scenari futuri”).

 

Iscrizioni e informazioni al sito catas.com.