Home Ferramenta Lab Unione Europea: un piano coordinato sull’intelligenza artificiale
Unione Europea: un piano coordinato sull’intelligenza artificiale

Unione Europea: un piano coordinato sull’intelligenza artificiale

27
0

L’importanza dell’intelligenza artificiale nel retail sta crescendo rapidamente cambiando i paradigmi di marketing del commercio al dettaglio.

 

In dicembre,  la Commissione europea ha presentato il Piano coordinato UE sull’intelligenza artificiale (I.A.), previsto dalla “Dichiarazione di cooperazione sull’Intelligenza artificiale” firmata da 25 Stati membri dell’UE e dalla Norvegia il 10 aprile scorso. E nell’ambito del prossimo Quadro finanziario pluriennale, la Commissione propone di dedicare all’I.A almeno un miliardo di euro all’anno attraverso Horizon Europe e 2,5 miliardi attraverso il programma Digital Europe per il periodo 2021-27.

 

L’importanza dell’intelligenza artificiale nel retail sta crescendo rapidamente, cambiando i paradigmi di marketing del commercio al dettaglio e sviluppando il maggiore impatto nel mondo digitale grazie alla natura tracciabile e quantificabile nelle attività di ricerca nel web, negli acquisti digitali e negli account degli utenti che consente di personalizzare singolarmente le offerte e far crescere immediatamente  il business.

 

L’adozione dell’I.A. in Europa verrà sostenuta attraverso centri europei di eccellenza nell’I.A. e la rete dei Digital Innovation Hubs (DIHs). La Commissione sta, infatti, collaborando con un gruppo di esperti per sviluppare linee guida sull’etica dell’I.A che si prevede indichi le aree prioritarie da tenere in considerazione per potenziare lo sviluppo di tale tecnologia in Europa.

 

Seguendo la metodologia adottata con il Piano “Digitising European Industry”, dal quale sono derivate le diverse iniziative nazionali su Industria 4.0, la Commissione intende ora definire gli obiettivi da raggiungere in materia di I.A. in Europa, indicando eventuali misure da adottare a livello nazionale e i livelli di investimento da raggiungere. 

 

In questo modo, la Commissione mira ad incoraggiare la realizzazione di 27 strategie nazionali di I.A. negli Stati membri e a guidarne il coordinamento a livello europeo. 

Gli obiettivi del Piano sono:

•    massimizzare i benefici dell’I.A. a favore di tutti i cittadini e imprese europee

•    incoraggiare le sinergie e la cooperazione in tutta l’UE in materia di etica e buone pratiche

•    definire collettivamente il percorso da intraprendere per permettere all’UE di competere a livello globale

•    ridurre il gap delle competenze digitali e supportare la formazione nell’ambito dell’IA

•    istituire uno spazio comune europeo per i dati per lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi data-based

Per raggiungere tali obiettivi, la Commissione s’impegna a lavorare con gli Stati membri a una serie di azioni complementari a livello UE, nazionale e regionale.

 

 

Alessandra Fraschini Giornalista professionista specializzata nel canale ferramenta tradizionale e analisi della filiera lunga. Collabora con testate leader e con enti fiera internazionali. È autrice del volume "I protagonisti della ferramenta italiana. Il mondo grossista negli ultimi cent’anni".