Home Ferramenta Lab WhatsApp Pay: dopo il debutto in Brasile, l’espansione su scala mondiale
WhatsApp Pay: dopo il debutto in Brasile, l’espansione su scala mondiale

WhatsApp Pay: dopo il debutto in Brasile, l’espansione su scala mondiale

114
0

Dopo mesi di test e prove è stato annunciato il lancio del nuovo servizio di pagamento, WhatsApp Pay. Il servizio funzionerà inizialmente in Brasile, scelto come Paese beta test, ma il progetto prevede a breve un’espansione su scala mondiale, anche in Italia.

 

Come dichiarato da WhatsApp, nei propri canali social, il servizio WhatsApp Pay sarà gratuito per gli utenti finali, mentre per le aziende che intendono utilizzarlo per finalità commerciali sarà applicata una percentuale per la procedura di pagamento del 3.99%.

 

L’obiettivo resta sempre semplificare il più possibile, senza rinunciare alla sicurezza, sia i pagamenti tra privati sia anche quelli tra aziende e privati all’interno delle chat, rendendo facile per tutti “mandare denaro a casa, dividere fra i partecipanti alla chat il costo di un regalo o pagare il fioraio del quartiere, senza commissioni”.

 

Un pin a sei cifre permetterà il pagamento con WhatsApp Pay (sostituito all’occorrenza da un sistema di riconoscimento biometrico, riconoscimento facciale o impronta digitale) e garantirà privacy e sicurezza agli utenti.

 

L’intento di WhatsApp, servizio di messaggistica di Facebook, sembra seguire la strada già intrapresa da WeChat in Cina, un portale multiservizi dove gli utenti possono effettuare una grande varietà di operazioni sulla stessa piattaforma, tra cui pagare le bollette o comprare un biglietto del treno, senza dover abbandonare l’applicazione mobile.