Home Mercato Eventi e fiere Zucchetti, la più ampia gamma di soluzioni applicative e servizi digitali per la gestione di negozi
Zucchetti, la più ampia gamma di soluzioni applicative e servizi digitali per la gestione di negozi

Zucchetti, la più ampia gamma di soluzioni applicative e servizi digitali per la gestione di negozi

298
0

Aspettando il Digital Village | La prima azienda italiana di software, con oltre 700 mila clienti, sarà presente a Bricoday Digital Village. Ecco un’anteprima…

 

Con ricavi per oltre 1,26 miliardi di euro nel 2022, più di 700.000 clienti e oltre 45 anni di esperienza alle spalle, Zucchetti è la prima azienda italiana di software. Il gruppo conta oltre 8.000 persone, delle quali 2.000 sono esclusivamente dedicate ad attività di ricerca e sviluppo, mentre per la commercializzazione dei prodotti, per i servizi di pre e post-vendita, di formazione e di aggiornamento si avvale di oltre 2.000 business partner.

 

Zucchetti, anche grazie alle diverse società del gruppo specializzate negli ambiti retail e food retail, ha realizzato un’offerta unica per questo settore, con la più ampia gamma di soluzioni applicative e servizi digitali per la gestione di negozi e punti vendita tanto da essere già stata scelta come partner tecnologico da numerose aziende nazionali e internazionali che operano nei campi dell’ospitalità e della ristorazione, del fashion e della grande distribuzione organizzata.

 

Ecco alcune anticipazioni raccolte da Carlo Broglia, Business Integration Manager di Zucchetti Hospitality, della partecipazione al Digital Village 2023…

 

Quali iniziative, tematiche e servizi presenterete al Digital Village?

Presenteremo al mercato, soluzioni specifiche per il mondo del retail, personalizzate per i diversi target di mercato con software di base per piccole realtà e software di fascia alta per catene ed esercenti multi cassa. Si tratta di applicazioni integrate all’ecosistema Zucchetti e a terze parti, orientate sempre e comunque a una risposta verso il marketplace e soprattutto attente alla continuità della vendita anche in assenza di connessioni internet.

 

Quali sono le vostre proposte per l’evoluzione digitale nel comparto distributivo specializzato?

Dalla più recente indagine dell’Osservatorio eCommerce B2C è emersa la volontà del cliente di utilizzare sia l’online che il negozio fisico nella propria esperienza di acquisto. Da qui la necessità da parte dei retailer di avere un approccio omnichannel per soddisfare le diverse esigenze o intercettare le tendenze: soluzioni per offrire in tempo reale informazioni sui prodotti e capacità di controllarne le disponibilità, nonché la capacità di implementare la tecnologia senza casse (come ad esempio soluzioni di self-scanning e self-checkout), di garantire anche le transazioni in modalità digitale e di gestire la consegna merci nell’arco delle 24 ore. Contemporaneamente, soprattutto per rispondere alla sensibilità delle giovani generazioni, è necessario essere in grado di fornire informazioni sulla sostenibilità e sull’origine dei prodotti.

 

Per dare al cliente tutti questi servizi la tecnologia diventa indispensabile, dal sistema ERP fino alle applicazioni più verticali per la gestione dei punti vendita e della logistica, per ottimizzare tutti i processi e conseguire un controllo totale. In un’ottica di multicanalità occorre poi conoscere e valorizzare le attitudini d’acquisto del cliente; diventano, quindi, di fondamentale importanza anche soluzioni di CRM e di Business Intelligence, in grado di comprendere i comportamenti di acquisto e di ‘suggerire’ prodotti e servizi su misura, anche grazie a strumenti di intelligenza artificiale che con algoritmi di machine learning possono anticipare le esigenze dei clienti e far aumentare sia la frequenza delle visite al sito o al negozio sia il valore dello scontrino medio.

 

Quali nuovi scenari apre, quindi, la transizione digitale?

La tecnologia è l’elemento che consente al cliente di personalizzare al massimo la propria esperienza d’acquisto e il retailer deve farlo sentire sempre al centro della propria attività, senza procurargli inconvenienti e disagi, ad esempio eliminando le code alle casse e rendendo smart i pagamenti. Ogni acquirente rientra in un target specifico: la possibilità di profilare le varie offerte diventa strategica per fidelizzarlo anche con promozioni su misura (attraverso strategie di marketing automation, loyalty e incentive).

 

Questa sintesi virtuosa tra online e offline si dimostra molto più conveniente anche per lo stesso retailer, che si ritrova una gestione meno onerosa e più efficace dei punti vendita, in quanto l’utente è sempre più ‘autonomo’ nella fase dell’ordine e in quella del pagamento, mentre chi gestisce il negozio può concentrarsi su altri aspetti, come la promozione delle novità e l’assistenza clienti.

 

L’appuntamento con Zucchetti è a Bricoday Digital Village padiglione 4 posizione DV11.